domenica 2 giugno 2013

Calcolo media ponderata del Voto di Laurea

Riprendiamo la nota proposta da “CERVELLIAMO” per divulgarla presso quelli che sono abitualmente risparmiati dal blog. Ovviamente con i ringraziamenti dovuti.

 

Voto di Laurea Triennale e Magistrale come si calcola. Calcolo media ponderata

 Rosy Buono





La Laurea è decisamente uno dei momenti più importanti della vita, è importante presentarsi al meglio e  soprattutto cercare di ottenere il massimo. 
Dopo tanti esami, prove scritte esasperanti e prove orali, è arrivato il momento di tirare un po di somme è  a questo punto che gli  i studenti si chiedono quale  è il voto di Laureadel  proprio curriculum studio.
Il calcolo del voto di laurea rappresenta spesso un incognita le domande più frequenti dei laureandi sono da quale voto di laurea parto?  Quanti punti potrei ottenere con la mia tesi?  Le lodi prese contano?
Premesso che tutti gli esami insieme ai voti ottenuti hanno i CFU i quali contano anche per il voto di Laurea .

Com’è noto per il voto di Laurea per determinare il voto finale è necessario avere una panoramica dei propri voti, la loro media e da lì fare il calcolo in centesimi.
Questo accadeva prima  dell’arrivo dei CFU che hanno  cambiata  la procedura di calcolo pertanto non si parla più di una media aritmetica  per il calcolo del voto ma di una media ponderata.
In realtà questa procedura, con l’arrivo dei CFU, è cambiata. 
Non si parla più di media matematica per il calcolo del voto di laurea ma di media ponderata.
La media ponderata cos’è?
la media ponderata  è frutto del rapporto tra il voto di ogni esame e i corrispettivi CFU.
Ad esempio  se ad un esame con 12 CFU lo studente ha preso un voto alto, quel voto conterà più dello stesso se preso, però, ad un esame da 6 CFU.
Ne consegue che è consigliato, sempre cercare di  ottenere buoni voti agli esami con più crediti formativi.
Come si calcola?
Per calcolare la media ponderata è necessario sommare il prodotto di ciascun esame e il credito a esso associato.



Fatte tutte le moltiplicazioni esame per esame e fatta la loro somma, si deve  dividere  il tutto col totale dei crediti.
Adesso è possibile calcolare il voto di Laurea.

Ottenuta la media ponderata con i suddetti calcoli, bisogna semplicemente moltiplicare il risultato per 11, l risultato di quest’ultima moltiplicazione deve essere, per concludere, diviso per 3.
Esempio:
ESAME 1: voto 18 – 6 CFU
ESAME 2: voto 22 – 4 CFU
ESAME 3: voto 27 – 12 CFU
Sommando i crediti avremo un totale di 22 CFU.
La formula da applicare per ottenere la media ponderata è la seguente:
[(18 x 6) + (22 x 4) + (27 x 12)] / 22 = (108 + 88 + 324) / 22 = 23,63
Dovendo riportare il voto di ammissione alla seduta di laurea in centodecimi, si seguirà la seguente operazione:
(23,63 x 11) / 3 = 86, 66
Il risultato ottenuto corrisponde al voto di laurea da cui il candidato parte.
Il calcolo del voto di Laurea è lo stesso  per tutte le facoltà sia  quelle di  indirizzo umanistico che scientifico, sia che  si tratta di una laurea triennale o magistrale.
Dopo il calcolo del voto di laurea da cui si parte la tesi da discutere è altrettanto importante per il voto di Laurea, perché porta con sé un numero di crediti che prevedono un’altra aggiunta del punteggio  in seduta di Laurea di solito.
Il punteggio di Laurea che viene dato in seduta dalla commissione ha un tetto massimo di 6/7 punti  la scelta del punteggio da dare allo studente viene  determinata dal contenuto della tesi, dal modo in cui è stato svolto il lavoro e, infine, dalla discussione stessa. 
I tetto massimo di punteggio prefissato dalla facoltà non può essere superato.
In casi particolari  quello che può cambiare è la volontà, da parte della commissione ad esempio di premiare un candidato che ha fatto un eccellente lavoro con la lode e,inoltre, col plauso della commissione.
Questo accade, ovviamente, se con l’aggiunta del massimo del punteggio prefissato si ottiene un voto pari a 110.

Leggi anche :

Credito Formativo Universitario. CFU Cosa sono a cosa servono come funzionano, quali le regole